Letto sommier: l’alternativa alla testiera del letto

Ciò che caratterizza il letto matrimoniale è senza dubbio la testiera. Elemento distintivo e caratterizzante, la testiera dona al letto un carattere unico e conferisce all’intero ambiente uno stile particolare. A volte però si sceglie un letto senza testiera. Questo è dovuto a differenti fattori. Da un lato può essere dovuto a problemi di spazio. Infatti in una camera di piccole dimensioni anche i pochi centimetri occupati dalla testiera possono fare la differenza. In altri casi invece, la scelta può essere dettata dallo stile, perché si preferisce una linea più minimale e lineare. 

Il letto matrimoniale senza testiera viene chiamato anche sommier e può essere realizzato sia interamente in legno massiccio, come quelli proposti da Scandola Mobili, oppure imbottiti. Altra caratteristica di questi letti è quella che possono essere con contenitore oppure senza. Se si sceglie il letto senza testiera perché la camera è piccola, la scelta del letto con contenitore è senza dubbio la soluzione migliore. Abbiamo scritto un articolo che evidenzia tutte le caratteristiche del letto con contenitore.

Qualsiasi sia il motivo che ci ha condotto alla scelta di un letto senza testiera, ci troviamo in ogni caso ad affrontare lo scoglio della decorazione della parete dietro il letto. Vediamo insieme 7 semplici idee per decorare con gusto e stile la parete dietro il letto sommier.

Giocare con i colori: dipingere il muro

Parete dipintaLa scelta in assoluto più semplice e facile da implementare è quella di dipingere il muro. Le soluzioni sono davvero molte e si può dare libero spazio alla fantasia, sia per quanto riguarda forme che naturalmente colori. La soluzione più lineare è quella di dipingere una fascia colorata sulla parete alta circa un metro. In questo modo il letto e i comodini risultano abbracciati dal colore che abbiamo scelto. Per rendere l’effetto ancora più elegante possiamo dipingere i comodini dello stesso colore. 

Se invece siamo più creativi, possiamo decorare la parete dietro al letto matrimoniale con dei motivi geometrici, creando quindi delle linee che intersecandosi formano dei quadrilateri. Coloriamo le forme così ottenute con dei colori a contrasto ma che si abbinano bene tra loro, come ad esempio un grigio perla e un grigio azzurro, oppure un pesca e un rosa antico. In questo caso andremo a dipingere l’intera parete, da terra fino al soffitto.

La carta da parati

Carta da parati per cameraUn’altra soluzione molto spesso adottata è quella di scegliere la carta da parati. In questo caso è importante scegliere la fantasia in modo accurato, per non rischiare di cadere nel banale o nel kitsch. Se desideriamo dare alla nostra stanza un aspetto romantico possiamo optare per una carta da parati a righe giocata su toni pastello. Al contrario, se amiamo viaggiare possiamo rivestire l’intera parete dietro al letto con la cartina del mondo, e mano a mano che viaggiamo segnare le mete sul muro e appendere magari anche qualche foto. In questo modo la parete diventa una grande lavagna dove tenere traccia di tutti i nostri viaggi. Un classico che non tramonta mai è la scelta di una carta da parati dal motivo floreale.

Rivestire la parete con la boiserie

Per chi ama il legno, un’ottima soluzione è quella di rivestire la parete con una boiserie. A seconda dei gusti, possiamo giocare su una soluzione raffinata e romantica, realizzata ad esempio con un legno di abete spazzolato in una colorazione tenue che ricopre tutta la parete per un’altezza di un metro. Oppure se amiamo lo stile rustico possiamo utilizzare del legno di recupero o del legno vecchio. Anche in questo caso possiamo realizzare un rivestimento alto all’incirca un metro oppure possiamo rivestire l’intera parete. 

Boiserie per rivestire la pareteCon un rivestimento boiserie si può giocare davvero in tanti modi. Come visto, possiamo realizzare una fascia di rivestimento orizzontale, su cui andare eventualmente anche a fissare delle mensole ad uso comodino, possiamo rivestire l’intera parete, oppure per un effetto wow, possiamo realizzare un rivestimento verticale che vada da terra a soffitto, largo quanto il letto. In questo caso si ha un rivestimento che sfrutta l’altezza e che slancia la camera da letto.

Arricchire la parete dietro al letto con delle mensole

Mensole dietro il lettoUna soluzione davvero carina è quella di realizzare delle mensole di differente lunghezza e appese a differenti altezze per abbellire la parete dietro il letto. Si tratta di una soluzione low cost e di facile realizzazione. Sulle mensole possiamo poi appoggiare delle foto, dei quadri, oltre che a oggetti di design e qualche piantina. Il verde in camera non guasta mai!

Un’evoluzione di questa idea è quella di creare una parete multiuso, realizzata con degli elementi impilabili a giorno e con ante, per creare un effetto di aperto e chiuso che dona movimento alla stanza. È sicuramente la soluzione ideale per chi ama leggere e ha bisogno di molto spazio per riporre i libri.

Oggetti di recupero

Per chi ama l’arte povera e l’arte del fai da te, una soluzione davvero originale sta nell’utilizzare degli elementi di recupero per abbellire la parete dietro al sommier. Possiamo ad esempio utilizzare dei vecchi infissi che posizionati dietro al letto fingono una sorta di testiera. Un’altra soluzione è quella di utilizzare la cornice di una vecchia specchiera, magari in argento. In questo modo il vostro letto acquisterà un fascino senza tempo e impreziosirà tutta la stanza da letto. Un’altra soluzione è quella di utilizzare una vecchia asse di legno logorata dal tempo. In questo caso è bene però assicurarsi che non vi siano più termiti, per non rischiare di far entrare in casa questi fastidiosissimi insetti.

Collage di foto o quadri

Se siete amanti della fotografia o dell’arte non c’è niente di meglio che riservare un’intera parete ad una raccolta di quadri. Perché la parete non risulti banale, sbizzarritevi scegliendo cornici di differente dimensioni e giocati agli incastri per creare disegni inediti. Se decidete di appendere le foto potete realizzarle tutte in bianco e nero e giocare con i colori sulle cornici, altrimenti se decidete di appendere tanti differenti quadri fate in modo che abbiano un fil rouge di collegamento, che può essere dato dal colore o dalle forme.

Stickers a muro

L’ultima soluzione è quella più veloce da realizzare: si tratta degli stickers. In commercio ne esistono di davvero tanti tipi e formati. Se volete una soluzione più classica ci sono quelli che imitano la forma della testiera del letto. In questo modo un spettatore poco attento non si accorgerà nemmeno che il letto è senza testiera. In alternativa ne esistono di coloratissimi e dalle forme differenti. Anche in questo caso libero spazio alla creatività per realizzare nel modo migliore la decorazione della parete dietro il letto.


Scritto da:

Esperto su misura Mirio

Mirio – Custom-Made Specialist

 

 

Share