Come progettare l’armadio in cameretta

Progetto armadio in cameretta

Oggi scopriamo come progettare l’armadio in cameretta perché possa durare per molti anni assecondando le esigenze dei bambini che crescono. Ormai lo sappiamo, arredare la cameretta è sempre molto complicato. È uno spazio davvero complesso che richiede un occhio attento. Abbiamo già parlato diverse volte delle molte funzioni che si svolgono in camera e dell’importanza che ogni funzione abbia uno spazio adeguato per poter svolgere al meglio l’attività.

L’armadio è un elemento che si usa moltissimo in cameretta e che deve poter essere utilizzato come guardaroba, come deposito oggetti e anche come libreria. È quindi fondamentale che sia realizzato in un materiale resistente che duri negli anni, come il legno massello. Il legno è anche un materiale sicuro e naturale, ideale per arredare la cameretta.

Se vuoi approfondire l’argomento puoi leggere il nostro articolo sul legno massello in cameretta:

Quale armadio scegliere

armadio scorrevole in cameretta

Prima di avventurarci nella scelta del modello di armadio è fondamentale analizzare la disposizione e la forma della stanza. Analizziamo innanzitutto gli spazi, le aperture come porte e finestre. Le due pareti della stanza più ampie saranno riservate a letto e armadio.

I modelli di armadio disponibili in commercio sono prevalentemente due: l’armadio battente e l’armadio scorrevole. Quando preferire un modello all’altro? L’armadio scorrevole ha bisogno di meno spazio frontale perché le porte si aprono scorrendo e non ha quindi bisogno di spazio di manovra superiori ai 60 cm. Al contrario gli armadi battenti per cameretta hanno bisogno di più spazio tra l’armadio e ciò che si trova di fronte, come il letto. Quindi gli armadi scorrevoli sono da preferire in stanze strette, dove lo spazio non è molto, gli armadi battenti sono invece indicati per stanzette un po’ più grandi.

Se la stanza da letto non presenta due pareti separate abbastanza ampie per accogliere da un lato letto e dall’altro l’armadio, possiamo optare per una soluzione di compromesso: l’armadio a ponte. È infatti un’ottima soluzione per posizionare sulla stessa parete letto e guardaroba. L’unica pecca è che quando i bambini sono piccoli faranno fatica ad utilizzare la porzione sopra il letto, ma potrà essere utilizzata per il cambio stagione o per lenzuola e coperte.

Una volta scelto il modello dell’armadio, quindi se scorrevole oppure battente, possiamo passare alla progettazione vera e propria.

La disposizione dell’armadio

come disporre l'armadio in cameretta

La disposizione dell’armadio in cameretta si lega strettamente alla conformazione della stanza e al modello di armadio scelto.

Gli armadi scorrevoli sono infatti disponibili solo lineari, a due, tre o quattro ante. Al contrario con gli armadi battenti si ha più possibilità di progettazione e personalizzazione. Infatti, le aziende come Scandola, propongono sistemi componibili che permettono di adattare l’armadio alla stanzetta.

Infatti, oltre ai moduli standard, possono essere realizzati moduli a misura per andare a sfruttare al massimo lo spazio a disposizione, non sprecando quindi nemmeno un centimetro. Possono quindi essere scelti modelli di armadio lineari oppure angolari. Se si opta per l’angolo è bene valutare la cabina armadio, un modulo ad angolo che permette di trovare posto anche agli oggetti più ingombranti, come potrebbe essere uno strumento musicale oppure il borsone dello sport. Se volete approfondire l’argomento, potete leggere questo articolo di approfondimento:

La disposizione interna dell’armadio in cameretta

Come progettare l'interno dell'armadio in cameretta

L’aspetto fondamentale da valutare nel progettare l’armadio in cameretta è la disposizione interna. Infatti è fondamentale che si adatti alla crescita dei bambini.

Quando sono piccoli le cose che utilizzano di più, come i giochi, dovranno trovare posto negli spazi più bassi. Se poi desideriamo realizzare un armadio alla montessori è importante che anche i vestitini abbiano uno spazio in basso, a portata di bambino. Nelle parti più in alto riporremo ciò che non vogliamo sia a loro portata oppure la biancheria del letto.

Un armadio in perfetto stile montessori è quello che associa una parte con ante battenti e una parte a giorno, che da piccoli utilizzeranno come armadio e per i giochi e crescendo diventerà una comoda libreria.

Mano a mano che crescono le esigenze cambiano e quindi negli spazi più in basso troverà sempre più posto il guardaroba e in alto le cose meno utilizzate. Se inizia la scuola e non si ha uno spazio a parte per la libreria, una porzione di armadio deve essere riservata ai libri.

Quindi è fondamentale che l’armadio possa essere modificato nel tempo. Come? Con l’attrezzatura interna che si può muovere liberamente. Questo è un aspetto fondamentale nella progettazione dell’armadio in cameretta. La possibilità di spostare ripiani, tubi appendiabiti e ogni altro accessorio a seconda delle esigenze deve essere un aspetto imprescindibile.

Le dimensioni dell’armadio in cameretta

quanto armadio per una cameretta

Quale dimensione deve avere l’armadio in cameretta? Abbiamo scritto un intero articolo di approfondimento sull’argomento che potette trovare qui:

In ogni caso, la dimensione minima è un armadio a due ante, anche se all’inizio vi può sembrare esagerato. Vedrete che con il tempo in realtà risulterà quasi poso, quindi spazio permettendo è meglio pensare sempre ad una soluzione più ampia. Oppure possiamo scegliere un letto con cassetti o con contenitore, da utilizzare come riserva di spazio se l’armadio risultasse troppo piccolo. Nel caso restino degli spazi vuoti possono essere sempre utilizzati per la biancheria della casa no?!?

I colori dell’armadio

colore armadio in cameretta

Abbiamo visto che il materiale da preferire nella realizzazione di un armadio in cameretta è un materiale solido e duraturo. Si pensa infatti di norma di acquistare una cameretta che costa poco quando sono piccoli perché possono rovinarla e quindi andrà cambiata in pochi anni. In realtà se si sceglie un materiale come il legno massello duraturo, la cameretta non andrà cambiata fino a quando i ragazzi saranno grandi.

Se si opta per un scelta di questo tipo, quindi duratura negli anni, è importante scegliere anche i colori giusti. Non eccedere quindi in tonalità troppo accese o troppo infantili, come il classico azzurro o rosa confetto e optare invece per colori neutri o per lo meno pastello. Possiamo ad esempio scegliere un armadio bianco e personalizzarlo con qualche dettaglio colorato, come potrebbero essere pomoli o maniglie, che si sostituiscono facilmente se con il tempo non piacciono più. Oppure altri colori neutri come il tortora, il crema oppure toni di verde, giallo, azzurro polvere o rosa antico. Insomma tinte che possono piacere anche ai ragazzi ormai grandi.

Nell’articolo abbiamo scoperto come progettare al meglio l’armadio in cameretta, non vi resta che iniziare il vostro progetto!


ARTICOLI CORRELATI:


SCRITTO DA:

Share
Tags:
,