Le borse nell’armadio: come organizzarle

Organizzazione borse nell'armadio

Negli armadi delle donne sono sempre presenti un numero indefinito di borse. Ma l’ordine spesso si fa desiderare e si rischia di avere un sacco di borse messe alla rinfusa, ammassate o accatastate senza una logica. Abbiamo quindi raccolto una serie di consigli per guidarvi nel riordino delle borsette. Per farlo è però fondamentale conoscere le borse per tipo e saperle dividere e catalogare. Vediamo quindi assieme i principali tipi di borsa presenti sul mercato. 

I tipi di borsa

Per iniziare a riordinare le borse è fondamentale conoscere i diversi tipi. Vediamo quindi assieme i principali:

  • Baguette: è una borsa di norma di dimensioni rettangolare e piccola che si indossa di giorno;
  • Bauletto: o borsa a mano, dispone di solito di due manici e ha una forma allungata;
  • Clutch: è la borsetta per la sera e le occasioni importanti, di piccole dimensioni e rigida da portare a mano;
  • Hobo: è la classica borsa da giorno a mezzaluna da indossare sulla spalla;
  • Pochette: sono sempre borse di piccole dimensioni adatte per cerimonie o serate, morbide e di solito munite di tracolla in metallo;
  • Postina: è un altro tipo di borsa da giorno dalla forma piatta da indossare a tracolla;
  • Secchiello: è un tipo di borsa che per forma e capienza ricorda un secchiello. Si chiude di norma con dei cordini;
  • Shopper: ampia e comoda è la borsa più utilizzata di giorno. Di solito munita di due ampi manici per facilitarne l’utilizzo;
  • Zaino: è il modello da giorno più utilizzato quando si desidera avere le mani libere.

Come dividere le borse

Come dice sempre Marie Kondo, per fare ordine bisogna prima creare un gran disordine. Quindi per iniziare il riordino delle borse si crea un grande mucchio con tutte le borse e si inizia a prenderle per mano una ad una selezionando quelle che si intende tenere e quelle che invece non vanno più bene. Ovviamente queste ultime non vanno gettate, a meno che non siano davvero usurate. Preferiamo invece portarle ai mercatini dell’usato, scambiarle o regalarle. Un piccolo gesto ma importante per il nostro pianeta.

Una volta scelte le borse che si intende conservare si può iniziare a suddividerle. Il nostro consiglio è quello di suddividerle per tipo o per stagione. In questo modo si saprà sempre dove andare a cercare la borsa che serve per una determinata occasione. È importante conservare la carta velina per riempire i modelli più grandi ed evitare così che si rovinino. Possiamo anche acquistare dei comodi sacchettini per infilare le borse dentro una ad una. In questo modo si conserveranno meglio e daranno anche un senso maggiore di ordine. È giunto ora il momento di trovare un posto nell’armadio.

Il metodo matrioska

Se si possiedono molte borse si può utilizzare il metodo matrioska per stoccarle. Quindi si infilano i modelli più piccoli in quelli più grandi per risparmiare così spazio. È bene però seguire una logica per poter trovare facilmente la borsa che ci serve all’occorrenza. Possiamo quindi scegliere la via della suddivisione per stagioni o per colori, due metodi molto semplici per ritrovare in modo rapido le borsette. Una volta raggruppate, possiamo posizionarle su un ripiano dell’armadio. Se possediamo un armadio quattro stagioni possiamo stoccare le borse in alto. Un consiglio è quello di posizionarle in ogni caso distante dagli abiti puliti, perché le borse vengono spesso a contatto con diverse superfici e non si lavano mai.

Ganci appendiborsa

Quando si possiede un piccolo numero di borse e borsette ci si può affidare a dei ganci. Li si può fissare all’interno dell’anta dell’armadio oppure anche all’esterno grazie a degli elastici. Si possono appendere i ganci anche ad un tubo appendiabiti, mantenendo quindi un ordine impeccabile. 

Scatole rigide

L’ultima soluzione è quella di utilizzare delle scatole rigide da stoccare all’interno dell’armadio. È importante anche qui utilizzare criterio nel riordinare le borse e scegliere un metodo da seguire per ritrovare ciò che si cerca in modo veloce. Se le scatole non sono trasparenti si possono utilizzare delle etichette per scrivere all’esterno cosa contengono. Se poi si vuole essere proprio perfetti si può fotografare le singole borse e attaccare le borse all’esterno della scatola. Un metodo davvero infallibile per trovare qual che si cerca in un batter d’occhio.


Scritto da:

Francesco esperto delle camere da letto

Francesco – Bedroom Specialist

 

 

Share
Tags: