Camera matrimoniale shabby

Una camera matrimoniale shabby chic è un nido d’amore curato nei minimi dettagli. Sembra uno stile facile da realizzare nella propria camera da letto, ma in realtà richiede accortezza e cura dei dettagli per creare un ambiente davvero raffinato. Bisogna infatti effettuare una ricerca minuziosa dell’accostamento cromatico e di materiali per ottenere un risultato unico. Spesso si pensa che per lo stile shabby basta inserire in camera degli oggetti o dei complementi antichi. In realtà c’è bisogno di più cura per ottenere un risultato unico. Abbiamo quindi scritto una guida per aiutarvi ad arredare in modo unico la vostra camera matrimoniale shabby.

Romanticismo: parola d’ordine di una camera shabby chic

camera da letto romanticaLo stile shabby chic è spesso il preferito delle donne perché sinonimo di romanticismo. L’accostamento di colori, materiali e stile crea un ambiente davvero romantico. Letteralmente shabby chic significa trasandato ricercato. Proprio per questo spesso si pensa che basti inserire qualche arredo dall’aspetto consunto per ottenere una camera in questo stile. Vi renderete però subito conto che realizzare una camera da letto da rivista non è assolutamente così semplice, ma richiede, anzi, una ricerca e una cura dei particolari unici. Dato che la camera deve apparire romantica sarà ricca di tinte tenui e sui colori del rosa, tessuti preziosi e decorazioni uniche. Nel proseguo dell’articolo andiamo ad analizzare nel dettaglio ogni aspetto.

I mobili della camera shabby chic

Una camera matrimoniale shabby chic che si rispetti deve avere degli elementi base imprescindibili. Vediamo nel dettaglio come scegliere in modo accurato i principali protagonisti della camera da letto che sono: letto, comodini, comò, armadio, cassapanca e toletta.

Il letto shabby

Il letto in stile shabby deve presentare delle linee lavorate e ricercate. È bene quindi scegliere letti con la spalliera imponente, realizzata con vezzosi decori. Il letto a baldacchino è senza dubbio la scelta migliore per donare alla camera da letto quell’aspetto romantico che meglio contraddistinguo lo stile provenzale. Lo possiamo scegliere sia in legno che in ferro battuto, per un risultato più leggero e ricercato. Da non sottovalutare anche le proposte imbottite. È importante comunque scegliere linee giuste per dare armonia alla composizione e donare quell’aspetto country chic unico.

I comodini country

Accanto al letto dobbiamo posizionare dei comodini nello stesso stile. Al posto dei comodini lineari e squadrati preferiamo modelli dalle linee rotondeggianti e dalle decorazioni generose. Possiamo anche utilizzare degli oggetti di recupero, come ad esempio i comodini della camera di nostra nonna, realizzati in legno massiccio. Se invece non abbiamo la possibilità di recuperare pezzi d’antiquariato possiamo acquistarne di nuovi, ma fate attenzione che lo stile non sia troppo moderno. I comodini devono innanzitutto essere alti e sorretti da gambette, quindi non poggiati a terra. Il numero di cassetti di solito è uno o al massimo due, privilegiando invece i vani a giorno. Un esempio è il comodino Arcanda di Scandola Mobili.

Comodino camera country chicIl comò

In una camera classica che si rispetti non può mancare un grande comò. Ideale come appoggio per soprammobili o foto romantiche, deve anch’esso rispettare i canoni dello stile shabby chic. Di norma il comò riprende le stesse linee dei comodini, ma se non riusciamo ad abbinarli possiamo renderli omogenei scegliendo lo stesso colore o lo stesso modello di pomolo o maniglia. Scandola Mobili propone diversi modelli di comò in stile shabby chic.

La toletta

Se lo spazio lo consente, in una camera matrimoniale shabby che si rispetti non può mancare una toletta. Un tavolo dedicato al trucco, con lo specchio che sale solo al momento del bisogno è senza dubbio un oggetto vintage affascinante. Alcuni modelli hanno una funzione doppia perché fungono sia da toletta che da scrittoio.

La cassapanca

Ogni soffitta che si rispetti ne possiede almeno una. La grande cassapanca in legno con chiave in ottone è senza dubbio un oggetto che non può essere relegato in soffitta. Un oggetto d’arredo unico che spesso viene utilizzato solo come spazio contenitivo. Andate quindi a rovistare nelle vostre soffitte e se non trovate nulla nei mercatini dell’usato. Una camera matrimoniale shabby che si rispetti non può non possedere una vecchia cassapanca ai piedi del letto. Darà quel tocco vintage e sognante unico alla vostra camera.

L’armadio vintage

Armadio vintageQuando si arreda la stanza da letto l’armadio è l’elemento più importante. Ampio e contenitivo deve soddisfare tutte le nostre esigenze. Se si vuole rispettare lo stile shabby chic dobbiamo avere un occhio attento anche per lo stile. Una scelta sicuramente azzeccata è scegliere un armadio vintage. Di solito questi armadi non sono di grandi dimensioni perché realizzati su gambette, che gli donano un aspetto elegante e ricercato. Se vogliamo avere più spazio possiamo scegliere un armadio battente moderno, l’importante è però scegliere un colore che ben si adatti al resto dell’arredo e preferire un modello di anta a telaio. Le ante perfettamente lisce andrebbero infatti a cozzare con il resto dell’ambiente. Possiamo impreziosire l’armadio con una cornice superiore.

I materiali della camera shabby

Se shabby è sinonimo di romantico il legno non può che essere il protagonista di questo stile. Minuziosamente lavorato può essere utilizzato per realizzare il letto, i comodini e il comò. Per chi ama il ferro, può essere sostituito al legno per realizzare il letto. Se vogliamo che il protagonista della camera da letto sia il letto, dobbiamo sceglierlo di una certa importanza, sia che sia di legno o di ferro. La perfezione sarebbe scegliere un letto a baldacchino, con tendaggi leggeri che rivestono la struttura. Da non sottovalutare infine la scelta di un letto imbottito, soprattutto nelle conformazioni più classiche con testata capitonnè. Se scegliamo questa via, la nostra camera da letto assumerà un aspetto a cavallo tra lo stile provenzale e lo stile shabby chic. 

Camera matrimoniale shabby chic: i colori

Come abbiamo visto poco fa, la scelta dei colori è fondamentale per ricreare un ambiente davvero ricercato. Scegliere il bianco significa non sbagliare, ma è sempre meglio scegliere effetti anticati o bianchi sporchi rispetto al bianco ottico. Si possono poi accostare tinte tenui sui toni del tortora, beige o grigio caldo. Per dare un tocco in più di romanticismo possiamo aggiungere i toni del rosa, cipria e pesca. È importante scegliere una palette cromatica composta da tre o quattro colori e utilizzarla come linea base per scegliere i colori degli arredi, dei tessuti, delle pareti e dei pavimenti se dobbiamo mettere mano anche a quelli.

Per quanto riguarda la finitura dei mobili, spesso viene scelta una finitura particolare chiamata decappata. Si tratta di una tecnica particolare utilizzata per dare agli arredi un aspetto consunto. In sostanza la verniciatura viene rovinata sui bordi per imitare la normale usura dovuto al tempo. 

Scegliere i tessuti per la camera matrimoniale

Tessuti shabby chicSe decidiamo di abbracciare lo stile shabby chic non possiamo che acquistare anche dei tessuti appositamente studiati per rendere la camera accogliente e ricercata. Scegliamo quindi tessuti naturali, come la seta o il cotone, sempre in tonalità tenui. Quando parliamo di tessuti in camera da letto ci riferiamo a:

  • Lenzuola: possiamo sceglierle di raso o cotone pregiato in tinta unita sul bianco, beige o grigio per giocare con il copriletto o il piumone sui color e sulle fantasie. Altrimenti possiamo fare il gioco contrario e scegliere lenzuola con una fantasia e il resto della biancheria da letto in tinta unita. Per le fantasie le stampe floreali sono un must.
  • Copriletto: da utilizzare durante le mezze stagioni e l’estate può essere scelto con stampe floreali per un arredo davvero in stile shabby chic.
  • Piumone: da utilizzare in inverno, può essere personalizzato a piacere grazie ai sacchi copri piumone. In questo caso la possibilità di personalizzazione del letto è più ampia e possiamo decidere di acquistare copripiumoni a tinta unita e a fantasia floreale da scegliere in base alle nostre preferenze del momento.
  • Coperte: da non sottovalutare il posizionamento di una coperta a fondo letto, sia come accessorio che come strato in più da utilizzare nelle serate più fredde. Ideale sarebbe avere una coperta di lana realizzata a mano con un fascino retrò unico.
  • Tende: anche i tendaggi sono importanti per ricreare un ambiente unico. Scegliamo anche qui colori tenui e in linea con la nostra palette cromatica. Ricordiamoci che lo stile shabby ricorda i tempi passati, quindi si a pizzi e merletti.
  • Cuscini: per rendere la camera da letto davvero romantica non possono mancare innumerevoli cuscini di forme e colori diversi. Scegliamo accuratamente le federe per creare un collage di fantasie e colori unico. Scegliamo fantasie floreali, cuoricini o righe, il risultato vi sorprenderà.

Gli accessori della camera da letto shabby

A completamento di una camera da letto shabby non possono mancare gli accessori. L’atmosfera della camera shabby ricorda i tempi passati, quindi possiamo utilizzare oggetti del passato come sontuose abat-jour, specchi con cornici finemente lavorate, candelabri, cesti in vimini e molto altro. Quindi anche in questo caso spazio alla fantasia, ma senza esagerare. La camera da letto non dovrà sembrare sommersa dalle cose, ma dare comunque l’idea di leggerezza e ricercatezza tipica degli ambienti shabby.


Scritto da:

Serena Designer d'interni

Serena – Interior Designer

 

 

Share