Camerette piccole: arredare in pochi metri quadri

Le camerette piccole sono un classico delle case moderne. Le abitazioni hanno metrature sempre più risicate e di conseguenza le stanze tendono a diventare sempre più piccole. Di solito si preferisce lasciare più spaziose le zone più utilizzate, quindi cucina e soggiorno in primis seguite dal bagno. Le camere da letto sono spesso di metratura inferiore e quando ci si appresta ad arredarle bisogna escogitare soluzioni ingegnose. Sfruttare al meglio lo spazio è senza dubbio la regola base, vediamo quindi assieme come farlo per arredare camerette piccole.

Arredare cameretta 9 mq

Camerette piccole: come arredarle

Di norma la cameretta di riferimento più piccola in assoluto è una stanza di 9 mq. Questo limite di dimensioni è stato imposto da un Decreto del Ministero della Sanità nel 1975 che ha fissato alcune importanti regole per la costruzione di case private fissando appunto anche la dimensione minima che deve avere una cameretta singola in 9 mq. All’interno del Decreto sono indicate anche altre norme che regolano la dimensione degli arredi che possono essere presenti nella stanzetta. In particolare la lunghezza e la larghezza dell’ambiente devono permettere di inserire:

  • un letto singolo, delle dimensioni minime 80×190 cm;
  • un armadio con profondità 60 cm e larghezza e altezza variabili;
  • un comodino e una scrivania di dimensioni variabili.

Le camerette di minimo 9 mq sono quindi presenti in abitazioni di costruzione successiva al 1975, ma esistono ancora stanze di dimensione più piccola e se arredata nel modo giusto possono risultare assolutamente funzionali. 

Perché in una cameretta da 9 mq o meno ci stia tutto in modo ordinato e funzionale è bene scegliere:

  • letti multifunzione, che possiedono quindi un contenitore o cestoni e cassettoni per riporre ad esempio la biancheria;
  • mobili trasformabili, che permettono quindi di avere più funzioni in un unico mobile, come potrebbe essere un letto a scomparsa che una volta chiuso si trasforma in scrivania. Esistono diverse aziende che propongono soluzioni davvero all’avanguardia, ideali per chi possiede davvero poco spazio.

 

Cameretta a ponte

Armadio a ponte

Quando si parla di cameretta piccola salta subito alla mente l’armadio a ponte. È il modo migliore per sfruttare tutto lo spazio disponibile su una parete della cameretta. La cameretta con ponte armadio permette di avere lo stesso spazio di un armadio a 3 ante in uno spazio più ridotto considerando che sotto ci sta anche il letto. In una parete di 3 metri si può infatti farci stare comodamente un armadio a due ante e la struttura a ponte che sormonta il letto. L’importante è sfruttare e organizzare nel modo giusto i moduli contenitori sopra al letto perché siano comodi da utilizzare quotidianamente. Anche in questo caso può essere utile acquistare un letto con i cassetti, perché così si può fare a meno di un cassettone o della cassettiera all’interno dell’armadio.

Cameretta a soppalco

Cameretta a soppalco

Un’altra soluzione che permette di condensare in un’unica parete più funzioni è la soluzione a soppalco. Ideale sia per una cameretta singola ma anche per una cameretta doppia. A seconda della necessità si può realizzare un soppalco che presenta una scrivania sotto e un letto sopra, oppure una soluzione con due letti. In ogni caso in un’unica parete possiamo far trovare posto al letto, scrivania e armadio. Senza dubbio una soluzione veramente salvaspazio. Per le camerette esistono molte soluzioni di questo genere, abbiamo scritto un articolo sulle camerette salvaspazio. Di solito le cameretta a soppalco sono utilizzate quando la cameretta deve essere condivisa da due fratellini perché permette di garantire la giusta privacy e i giusti spazi ad ognuno.

Sfruttare al meglio lo spazio

letto scorrevole

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, le soluzioni migliori per ottimizzare al massimo lo spazio è utilizzare soluzioni di armadi a ponte o camerette a soppalco. Questo perché soluzioni di questo genere permettono di lasciare spazio al centro della stanza che permette quindi ai bambini di giocare. Sono soluzioni adatte quindi a camerette lunghe e strette. Se invece la cameretta è quadrata e in un’unica parete non ci stanno letto, armadio e scrivania, possiamo posizionarle su due pareti attigue e optare per un letto a scomparsa. In questo modo durante il giorno si può richiudere e lasciare il giusto spazio a centro stanza perché i bambini possano giocare.

Un’altra soluzione molto utilizzata per una cameretta piccola per due è quella di utilizzare i letti scorrevoli. Si tratta di solito di un letto singolo normale e un letto a minicastello che una volta chiusi occupano poco spazio perché vengono posizionati uno sull’altro e vengono fatti scorrere la notte per dormire. È senza dubbio una buona soluzione che ottimizza ancora di più lo spazio rispetto ad una proposta a soppalco perché permette di posizionare anche un armadio a ponte al di sopra dei due letti.

Infine ricordiamoci che la frase d’ordine è ottimizzare lo spazio. Scegliamo quindi letti con contenitori o cassetti, posizioniamo mensole ad esempio sopra la scrivania o nelle pareti che rimangono vuote. Possiamo posizionare scatole contenitive che permettono di stoccare molti oggetti, oltre che il cambio stagione.

Insomma organizzare e arredare una cameretta di piccole dimensioni non è impossibile.


Scritto da:

Serena Designer d'interni

Serena – Interior Designer

 

 

Share
Tags: