Cucina piccola con isola: come arredarla

La cucina con isola è il sogno di ognuno di noi. Cucinare intrattenendo gli ospiti o guardando i figli che giocano permette di aumentare la qualità della vita domestica. Ma spesso ci si blocca davanti alle dimensioni delle cucine con isola che si trovano in internet: grandi ambienti con cucine immense e isole altrettanto grandi. In realtà è possibile realizzare una cucina piccola con isola anche con una stanza dalle dimensioni contenute.

Vediamo assieme come realizzare una cucina con isola piccola.

Che misure deve avere l’isola di una cucina piccola

Misure isola cucina piccola

Arredare una cucina è sempre una bella sfida. Quando si tratta di una cucina di dimensioni ridotte la difficoltà può essere anche maggiore. Abbiamo scritto un intero articolo per guidarvi nella progettazione e realizzazione di una cucina piccola, trovate il link a fondo pagina negli articoli correlati.

Per avere un’isola funzionale non serve che abbia dimensioni enormi. Nei casi estremi possiamo utilizzare una sola base da 90 cm profonda 60 cm che possiamo tranquillamente utilizzare come piano da lavoro. Con dimensioni così piccole risulterà essere più un appoggio che una vera e propria isola. In ogni caso, anche con dimensioni così piccole aumenta lo spazio contenitivo della cucina. Infatti, sotto il piano da lavoro possiamo mettere dei mobili con anta o con cestone che possiamo utilizzare per riporre gli utensili da cucina. 

Se lo spazio lo permette è comunque meglio scegliere una profondità maggiore di 60 cm. Infatti se saliamo a 70 cm o addirittura a 90 cm l’isola può tornare davvero utile per impastare o preparare il cibo. Se vogliamo che l’isola abbia questa due funzioni possiamo tranquillamente predisporre le basi sottostanti con una profondità uguale a quella del piano. Se invece vogliamo utilizzare l’isola della cucina anche come piano snack, allora dobbiamo predisporre le basi sottostanti meno profonde per permettere di accomodarci comodamente.

Come visto in precedenza, la larghezza minima di un’isola per cucina piccola è di 90 cm, ma più aumenta più risulterà comoda e funzionale. Possiamo decidere di far andare a parete da un lato i mobili per ricavare più spazio, trasformando così l’isola in penisola. Le cucine con penisola sono un ottimo compromesso per praticità e funzionalità. Una cucina piccola con penisola risulta molto utile nelle case che presentano ambiente larghi ma poco profondi: in questo modo andiamo ad arredare una doppia parete non rubando tanto spazio in profondità.

Poiché l’isola della cucina è un blocco a sé stante, possiamo decidere di differenziarla dal resto dell’arredo. Una soluzione davvero originale è quella di utilizzare un mobile antico come mobile isola e realizzare in stile moderno il resto della cucina. Una soluzione che lascerà senza dubbio i vostri ospiti a bocca aperta. L’isola per cucina può anche essere realizzata su un mobile con ruote. In questo modo possiamo utilizzarla come vera a propria isola quando utilizziamo la cucina, e spostarla da parte quando utilizziamo l’ambiente per altre funzioni. In commercio esistono davvero molte soluzioni, che permettono anche dii sfruttare in modo originale l’isola per cucina.

Cucina piccola con isola operativa

Le cucine con isola sono belle perché presentano un’isola operativa. È possibile averla anche in una cucina di piccole dimensioni, l’importante è scegliere se mettere sull’isola il piano cottura o il lavello. Infatti è difficile posizionare entrambi gli elementi ed avere sufficiente spazio per lavorare. Si può quindi decidere di posizionare una base con larghezza 120 cm con piano cottura oppure con lavello. Se si decide di posizionare il piano cottura è bene prevedere una cappa che non sia a soffitto, ma che sia nella base. Una cappa a libera installazione rischia infatti di soffocare l’ambiente e farlo apparire ancora più piccolo.

Nelle cucine piccole con isola è importante non inserire elementi di disturbo ottico, quindi se non vogliamo una cappa a base possiamo sempre optare per una che scompare nel controsoffitto in cartongesso.

Se invece si decide di posizionare il lavello, bisogna fare i conti con l’idraulico. È infatti necessario far arrivare i tubi dell’acqua e gli scarichi in centro stanza, perché spesso si trovano a parete. È quindi una soluzione consigliata per chi è in fase di ristrutturazione e può fare lavori importanti di muratura.

Isola cucina piccola operativa

Cucina piccola con isola uso tavolo

cucina con isola a tavolo

Una soluzione davvero molto sfruttata è quella di utilizzare l’isola della cucina piccola come vero e proprio tavolo. In sostanza il piano della cucina viene sfruttato per consumare i pasti. Qual è il vantaggio di questa soluzione? Lo spazio al di sotto del top viene utilizzato come spazio contenitivo, guadagnando così spazio, che in una cucina piccola non guasta mai. Allo stesso tempo non abbiamo bisogno di un tavolo da pranzo che occuperebbe ulteriore spazio. È una soluzione per arredare una cucina piccolissima adatta soprattutto per coppie giovani. Infatti per mangiare sull’isola bisogna per forza utilizzare degli sgabelli, che a lungo andare, se non scelti con attenzione, possono risultare scomodi. Per scegliere gli sgabelli giusti puoi fare riferimento alla nostra guida:

Può sembrare una soluzione limitata perché non permette di far accomodare tanti ospiti. La risoluzione di questo limite può essere trovata nell’acquistare una consolle allungabile da mettere ad esempio all’ingresso come mobiletto per appoggiare le chiavi. Questo tipo di mobili, davvero compatti, si trasforma con delle allunghe in un tavolo a tutti gli effetti che nelle versioni più performanti può aggiungere anche i tre metri di lunghezza. Una soluzione davvero comoda.

Abbiamo quindi visto che è facile arredare una cucina piccola con isola, basta solo prestare attenzione a qualche piccolo particolare.


ARTICOLI CORRELATI:


SCRITTO DA:

Share
Tags: