Cucina verde: come caratterizzare l’arredo

Il verde in cucina

Il verde è il colore della natura e per questo emana un senso di equilibrio e armonia. Ma spesso non si pensa di utilizzarlo per l’arredamento. La cucina verde sta in realtà diventando molto di moda, proprio per la particolarità e la ricercatezza del colore stesso. Esistono innumerevoli sfumature di verde, si passa dal verde chiaro, il verde salvia, fino a toni più decisi come il verde smeraldo, abete oppure il verde muschio. A seconda dell’arredo che desideriamo creare possiamo scegliere una tonalità di verde particolare. Vediamo assieme alcuni esempi.

Cucina moderna: quale verde scegliere

Partiamo dal caso probabilmente più richiesto. Una cucina moderna può essere caratterizzata dal colore verde? Certo che si. Lo stile moderno è caratterizzato da linee decise e squadrate e proprio per questo il colore di verde dovrà essere un colore deciso. Meglio quindi scegliere tonalità accese e brillanti, come il verde smeraldo, o tonalità scure come il verde muschio. Non è necessario realizzare l’intera cucina con il colore verde. Possiamo andare a caratterizzare solo alcuni dettagli, ad esempio possiamo realizzare le basi della cucina in verde smeraldo e i pensili in bianco lucido, oppure fare viceversa. Se la cucina è in un open space e avete paura che realizzarla di colore verde possa stancarvi con l’andare del tempo, potete sempre acquistare le sedie di colore verde e mantenere la cucina su un colore neutro.

Una cucina moderna può essere realizzata anche di un tono molto leggero di verde, un tono di verde acqua molto delicato che può arrivare a sostituire il bianco. In questo caso si ricrea una cucina dallo stile moderno con un tocco di colore che riporta alla classicità. Non sarà subito evidente che il colore predominante è un tono chiaro di verde, gli osservatori meno attenti penseranno che si tratti di un bianco sporco.

Se non dovete sostituire la cucina, ma volete solo rinnovarla, potete pensare di sostituire il rivestimento dietro oppure di colorarlo di una bella tonalità di verde. La cucina cambierà aspetto in un attimo.

La cucina classica verde

Se lo stile che amate di più è la cucina classica, caratterizzata da materiali della tradizione, come il legno, da ante a telaio e da maniglie in ceramica non potete che scegliere un tono di verde pastello. Il verde pastello, nelle sue tonalità chiare, si sposa infatti alla perfezione con le linee aggraziate e ricercate proprie dello stile classico. Quindi si a colori come il verde prato, il verde oliva o il verde cetriolo. Evitiamo invece le tonalità di verde più scure e quelle troppo accese. Anche in questo caso non è obbligatorio realizzare tutta la cucina del colore di verde scelto. Possiamo giocare con un bicolore o con degli elementi di differente colore che caratterizzano l’intero ambiente. Ad esempio, possiamo realizzare delle mensole del colore verde scelto e poi richiamare la stessa tonalità sulle pareti della cucina.

Il verde nello stile shabby chic

Lo stile country e lo shabby chic hanno un colore di verde che le caratterizza: si tratta del colore verde salvia. Senza dubbio il verde salvia è considerato come se fosse il bianco in una cucina shabby chic. È il colore base, il colore che meglio caratterizza l’intero stile. Si quindi a cucine realizzate interamente in verde salvia. Si tratta di una tonalità particolare, che spesso viene assimilata ad un grigio. Non essendo un tono deciso, si adatta bene a differenti ambienti. Sia che vi sia il pavimento in legno, che in piastrelle o in cotto, il verde salvia è la migliore soluzione.

Abbiamo raccolto una serie di esempi, il colore verde nelle cucine viene utilizzato anche in altri stili, come potrebbe essere l’industrial. In questo caso però viene spesso utilizzato come dettaglio che spicca all’interno di una composizione realizzata in metallo e legno naturale.

Il colore verde quindi, a lungo lasciato da parte nell’arredamento, sta conoscendo una nuova primavera, soprattutto nell’ambito della cucina.


ARTICOLI CORRELATI:


SCRITTO DA:

 

 
Share
Tags: