Arredare una cucina in stile provenzale

Cucine provenzali: lo stile della tradizione

Le cucine in stile provenzale si ispirano ai favolosi paesaggi che caratterizzano la Provenza, regione francese situata a sud del Paese. Caratterizzata da sterminate campagne, in primavera si tinge di colore grazie alle piantagioni di lavanda e girasoli.

Le cucine in stile provenzale si ispirano quindi a questi paesaggi, portando dentro caso l’atmosfera tipica di raccoglimento ed eleganza che sa infondere la natura e la tradizione. La Natura diventa quindi protagonista di queste cucine, sia in termini di materiali tradizionali, con l’uso prevalente del legno massello, che di colori.

Cucine Provenzali: materiali e colori

mobili cucina in legno massello e piano da lavoro in marmoLe cucine provenzali hanno il dono di trasportare all’interno dell’abitazione l’atmosfera idilliaca della Natura. Per questo i materiali privilegiati sono di origine naturale, come il legno per i mobili della cucine e le classiche pietre, come marmo o granito per i piani da lavoro.

L’atmosfera rurale e raffinata è poi data dall’accostamento di altri materiali, come il ferro battuto, lasciato nella sua colorazione naturale o sbiancato. I mobili in legno massello vengono poi a volte accostati a mattoni grezzi che rivestono eventuali muretti divisori. Le pareti della cucina possono poi essere rivestite da piastrelle che presentano spesso motivi floreali, sempre giocati su toni neutri e chiari. I pavimenti riprendono la filosofia dei materiali naturali preferendo l’utilizzo di cotto e ceramica.

L’atmosfera agreste e romantica della regione francese è poi sottolineata dalla scelta sapiente delle finiture. Il bianco è il colore principale, sulla scorta dello shabby chic a cui spesso questo gusto viene apparentato, ma viene spesso accostato ad altre nuances tenui sui toni del lavanda, del verde chiaro, del giallo e dell’azzurro polvere: tutti colori che rimandano alla Natura.

Le cucine provenzali sono spesso verniciate con la tecnica del decappaggio, in modo da dare ai mobili quell’effetto di vissuto proprio dei mobili country di una volta.

La progettazione delle cucine provenzali

La progettazione delle cucine provenzali va fatta con particolare attenzione, andando a studiare nei particolari l’alternanza di elementi a giorno, ante vetro e ante in legno, donando alla composizione quel tocco di armonia e ricercatezza.

Le basi della cucina provenzale sono composte da ante a telaio e tanti cassetti o cestoni. Un tempo questi ultimi venivano utilizzati per riporre le scorte di cibo. Ora possono essere attrezzati con comodi contenitori per agevolare la funzione dispensa. La scelta dei mobili per contenere va fatta con particolare attenzione per avere una cucina davvero funzionale. Un posto d’onore è da riservare al piano cottura, disposto in genere su basi di profondità maggiorata che donano quindi a questo elemento maggiore importanza. Il piano cottura è poi naturalmente sormontato da una cappa a forma di camino con trave in legno. Anche questo elemento contribuisce a sottolineare l’importanza dei fuochi. In commercio ne esistono davvero di tante tipologie, per scegliere quella più adatta alle tue esigenze puoi leggere il nostro articolo di approfondimento su come scegliere la cappa cucina.

credenza e piattaia in vero legno masselloLe cucine provenzali presentano poi pensili che si alternano a pensili con ante in vetro o pensili a giorno. È importante progettare con attenzione l’alternanza di questi elementi per ricreare un simpatico gioco di chiuso e aperto. Un posto d’onore è senza dubbio da riservare anche alla piattaia: in ogni cucine dallo stile provenzale non può che mancare una piattaia dove mettere in bella mostra i servizi di piatti decorati.

Non va infine sottovalutata la scelta degli elettrodomestici che rimangono a vista, come ad esempio il forno, che va scelto con uno stile retrò e magari con qualche particolare n ottone. Le cucine provenzali sono poi caratterizzate dalla presenza di maniglie finemente lavorate e nelle finiture ottone o addirittura con inserti in ceramica. Insomma, la progettazione di una cucine in stile provenzale non è per nulla banale.

L’importanza della credenza nelle cucine provenzali

Nelle cucine in stile provenzale non può mancare la tradizionale credenza. La credenza è infatti un pezzo a sé stante che può essere posizionato in cucina o nella zona giorno. Essa è composta da un mobile basso con ante e cassetti dove poter riporre la tovaglia e le posate. Al di sopra di questa è posta una vetrina con ante in vetro dove poter mettere in esposizione bicchieri e stoviglie. È un pezzo d’arredo che viene spesso sottovalutato e lasciato da parte, ma nelle cucine provenzali diventa quel pezzo d’arredo legato alla tradizione che dona all’ambiente un tocco di familiarità.

Scandola propone diversi modelli di credenze, ci sono i modelli a due ante, tre ante o quattro oppure le madie componibili che possono essere progettate a seconda delle esigenze specifiche di ognuno.

Accessori e l’illuminazione nell’arredare una cucina provenzale

Perché una cucina provenzale sia davvero completa non può non avere la giusta illuminazione e la giusta oggettistica. Partendo dall’illuminazione, essa deve replicare la luce naturale, quindi di giorno è preferibile far filtrare quella del sole mettendo alle finestre delle tende leggerissime. La sera invece si può optare per dei lampadari a soffitto in ferro battuto o in tessuto rigorosamente con luce calda. Infine, va prevista una buona illuminazione della zona di lavoro, del lavello e del piano cottura con delle luci a led ad incasso. In questo modo la tecnologia viene celata all’interno dei pensili e la vostra cucina non perderà quell’aspetto retrò che tanto fa innamorare le persone.

Per quanto riguarda invece l’oggettistica acquistate piatti in ceramica bianca con i bordi decorati con motivi floreali. Lo stesso vale anche per ciotole e zuppiere. Non possono poi mancare tazze e servizi da te in porcellana da poter sfoggiare durante le merende con le amiche. Non dimenticate poi di personalizzare anche l’acquisto del tessile della cucina per rendere la vostra cucina davvero personale e speciale, in negozi shabby troverete certamente dettagli interessanti. Preferite quindi strofinacci con stampati motivi floreali e presine ricamate. Lo stesso vale per tovaglie e tovaglioli. I materiali da preferire sono il cotone e il lino o comunque sempre tessuti naturali.

Infine date un tocco in più alla vostra cucina mettendo qua e là dei mazzi di lavanda dentro a vasi finemente decorati. Se non avete la lavanda a portata di mano potete acquistare anche altri fiori, l’importante è che il loro colore sia tenue.


Scritto da:

Serena Designer d'interni

Serena – Interior Designer

 

 

Share
Tags: