Organizzare la cameretta per il gioco

Organizzare la cameretta per il gioco

La cameretta dei bambini deve assolvere a tante funzioni: al gioco, allo studio e al riposo. Progettarla nel modo giusto è quindi indispensabile affinché si possa adattare alle diverse esigenze che compaiono con la crescita. Oggi analizziamo più da vicino come organizzare la cameretta per il gioco, quindi come progettarla affinché resti spazio per il gioco, come ricavare un angolo giochi perfetto, ma soprattutto come tenere in ordine i giochi. È giusto che i bambini possano dare libero sfogo alla loro creatività, ma è importante anche insegnare loro a riordinare una volta finito di giocare. Esistono diverse interessanti soluzioni per aiutare i più piccoli, ma anche noi, a mantenere l’ordine.

Progettare la cameretta per il gioco

Progettare la cameretta per il giocoIl gioco richiede spazio, quindi quando si progetta una cameretta per il gioco è importante lasciare spazio in centro stanza dove i più piccoli possono muoversi abilmente e dare sfogo alla loro creatività ed immaginazione. Al posto di posizionare il letto in centro stanza è bene posizionarle contro il muro. Se i bambini che utilizzano la stessa cameretta sono due e lo spazio è poco si possono adottare soluzione con letti a castello o con letti a soppalco. In questo modo i due letti occupano lo spazio di uno solo e il centro stanza rimane libero. Per arredare una stanza di piccole dimensioni Scandola propone innumerevoli soluzioni che abbiamo raccontato nell’articolo dedicato all’arredamento delle camerette salvaspazio. Se la stanza è grande è ideale ricavare un angolo giochi separato dalla zona notte in modo da creare degli ambienti ben separati. Non serve limitarla da muri o tende, basta solo anche un tappetto a terra che crea una divisione ottica degli ambienti.

Angolo giochi per i primi anni di vita

Angolo giochi per bambiniL’area giochi, o il centro stanza, devono essere adattati alle diverse esigenze dei bimbi durante la crescita.  Nei primi anni di vita l’area giochi deve essere necessariamente a terra. Possono essere posizionati tappetti e soffici materassini per attutire le cadute quando i bambini iniziano a camminare. Anche i giocattoli devono essere posizionati a terra, in contenitori bassi che permettono ai bambini di vedere all’interno. Ogni giocattolo deve essere a portata di mano per permettere loro di prenderlo con facilità, ma anche di riporlo ordinatamente una volta finito il gioco. È importante insegnare fin da subito ai bambini che per riordinare ci vuole poco tempo ed è un’attività divertente.

Dai due anni: un angolo gioco su misura

I bambini cominciano a crescere e le loro esigenze di gioco cambiano. L’angolo giochi a terra va adattato alle nuove esigenze e quindi riorganizzato. Si può cominciare a riporre i giochi in cesti più grandi e cominciare a posizionare i libricini su mensole. In questo modo l’angolo giochi può diventare anche uno spazio relax dove il bambino si ritira per riposare. Con un semplice lenzuolo si può costruire una capanna, rifugio tanto amato dai più piccoli.

Dai quattro anni: angolo gioco e creativo

Angolo giochi con scrivaniaDai quattro anni i giocattoli cominciano a farsi più complessi e lo spazio necessario per contenerli aumenta. I bimbi cominciano a farsi grandi e i loro interessi ad aumentare. Ecco allora che l’angolo giochi deve essere riadattato inserendo una piccola scrivania o un tavolino scrittoio per permettere loro di disegnare e colorare. È importante quindi aggiungere mensole o mobili libreria che siano accessibili per i più piccoli dove riporre libri, giornali e pennarelli. I giocattoli possono sempre essere riposti in ceste o in contenitori trasparente e riporli su scaffali o a terra.

Come tenere in ordine i giochi nella cameretta

Una volta chiaro come progettare la cameretta per il gioco resta un altro importante punto da affrontare: come tenere in ordine i giocattoli? Tante sono le soluzione e sempre più ingegnose per mantenere ordine e rigore nelle camerette. Vediamo quindi assieme i metodi più utilizzati che possono essere semplicemente copiati.

Il metodo Montessori

La famosissima educatrice Maria Montessori ha descritto il metodo migliore per riordinare i giocattoli. Innanzitutto sostiene che i bambini nascono con un forte senso dell’ordine e hanno bisogno di vivere e vedere ordine per poter creare ordine nella loro mente.

Al contrario delle nostre abitudini e di quanto visto fino ad ora, Montessori suggerisce di ordinare i giocattoli su delle mensole e dei ripiani, ma di non utilizzare dei cesti e dei contenitori. È importante che i bambini sappiano che ogni gioco ha il suo posto dove deve essere riposto una volta finito di giocare. Nei cesti di solito i giocattoli vengono messi alla rinfusa e non in modo ordinato. Secondo il metodo Montessori è poi importante che i bambini abbiano pochi giochi a disposizione, per non creare loro confusione. Lasciate loro a portata di mano i giochi che utilizzano di più in quel periodo e riponete sugli scaffali più alti quelli che non utilizzano. Quando i giochi sono formati da più pezzi, come ad esempio i puzzle o le costruzioni, possono essere riposti in un vassoio o in cesti bassi che i bambini possono trasportare facilmente e riporli al loro posto.

Il letto con cassetti

Se nella cameretta non c’è la possibilità di posizionare mobili per il gioco può essere sfrutto lo spazio sotto il letto. Dei comodi cassetti o cestoni sotto letto possono diventare il luogo ideale dove riporre i giochi. Se la cameretta è una composizione a soppalco, le scale possono essere sostituite da dei comodi cubi contenitori. Se la cameretta è già progettata e state solo cercando una soluzione per mantenere l’ordine, potete in ogni caso sfruttare lo spazio sotto al letto con dei contenitori che possono essere trasparenti oppure colorati.

Cestoni e contenitori

I contenitori sono i migliori alleati per le mamme che vogliono mantenere l’ordine. Quelli utilizzati normalmente sono cestoni, contenitori di plastica, scatole di cartone o di tessuto o contenitori di legno. Ci sono poi contenitori di tessuto che possono essere appesi alla parete o alla porta in cui riporre giocattoli o bambole e barbie per le bambine. Una soluzione davvero ingegnosa per tenere in ordine le macchinine dei maschietti è invece quella di utilizzare delle lavagne magnetiche: le macchinine saranno sempre al loro posto!

Insomma organizzare la cameretta per il gioco non è facile, ma sarà senza dubbio divertente!


Scritto da:

Elena Kids bedroom specialist

Elena – Kids Bedroom Specialist

 

 

Share
Tags: