Scrivania per cameretta: come progettarla

Il nostro blog contiene davvero tanti articoli sulle camerette. È infatti, assieme alla cucina, lo spazio della casa più difficile da arredare. Suddividere gli spazi in modo giusto, armonizzare forme e colori perché accompagnino i nostri figli nella crescita: sembra facile ma non lo è per niente. Oggi vogliamo approfondire l’argomento della scrivania per cameretta. È importante che i bambini abbiano una postazione dedicata per studiare e fare i compiti ed è fondamentale che sia progettata nel migliore dei modi per garantire loro comfort e prevenire cattive posture. Un altro aspetto da considerare attentamente è l’illuminazione. Deve infatti provenire dal davanti o lateralmente e mai da dietro perché proietterebbe un’antipatica ombra sul piano scrivania. Vediamo assieme come progettare al meglio lo scrittoio per la cameretta dei bambini.

Le dimensioni della scrivania

Partiamo dalla base andando ad analizzare le dimensioni che deve avere uno scrittoio. Idealmente la larghezza non dovrebbe mai essere inferiore agli 80 cm, meglio un metro. Per quanto riguarda la profondità anche qui meglio evitare piani scrivania con profondità inferiore ai 60 cm. Più aumenta la profondità più risultano comodi nell’utilizzo e permettono di posizionare i libri e i quaderni in modo più comodo. Se lo spazio lo permette è sempre meglio abbondare nelle dimensioni della scrivania, perché più spazio si ha per studiare e disporre il materiale più si rende. Noi di Scandola produciamo scrivanie e piani scrittoio in legno massiccio di spessore 4 cm per garantire la stabilità e non avere problemi di flessione per piani scrivania particolarmente grandi. Per quanto riguarda l’altezza, la scrivania deve essere posizionata ad un’altezza compresa tra i 76 e i 78 cm. È quindi fondamentale acquistare una sedia regolabile, che possa adattarsi alla crescita dei bambini, in modo che la scrivania risulti sempre alla giusta altezza.

Scrivanie sagomate per camerette

Proprio perché produciamo i piani scrivania in legno massiccio di volta in volta diamo ai clienti grande possibilità di personalizzazione. Possiamo quindi realizzare piani scrittoio sagomati secondo le necessità di ognuno. È una richiesta che di solito viene fatta nei casi in cui la cameretta risulta stretta in un punto e non si può realizzarla con profondità 60 cm. In questo caso si sagoma in modo da garantire comunque una parte profonda 60 cm e una parte meno profonda, che può ad esempio essere utilizzata per lavorare al pc. Altre volte viene invece richiesta una sagomatura per rendere la scrivania più ergonomica. In ogni caso abbiamo la possibilità di realizzare piani su disegno dei clienti per andare incontro a tutte le loro esigenze.

Scrivania angolare cameretta

Scrivania ad angoloUna soluzione davvero comoda è quella della scrivania ad angolo. Permette di sfruttare due pareti contigue e ottimizzare quindi lo spazio. La scrivania può in questo modo essere divisa a seconda delle esigenze operative, quindi una parte può essere adibita allo studio e l’altro lato a postazione pc. Naturalmente con una scrivania con questa configurazione è necessario avere una sedia con ruote per permettere ai ragazzi di muoversi agevolmente da un lato all’altro. In altre occasioni può invece essere utilizzata come scrivania doppia, quindi con due postazioni studio. La configurazione ad angolo si presta davvero a differenti utilizzi.

 

Piano scrivania con libreria

Per disporre il libri della scuola è assolutamente fondamentale affiancare alla scrivania una libreria. Le soluzioni qui sono molteplici e possono essere scelte a seconda dello spazio a disposizione e delle preferenza di ognuno. La libreria può infatti essere posta al di sopra della scrivania, quindi appesa alla parete. In questo caso può essere facilmente realizzata con alcune mensole di differente lunghezza per dare movimento alla composizione, oppure utilizzando dei moduli pronti, come la libreria pensile Tabià. In altri casi può invece essere realizzata una libreria a colonna disposta da un lato della scrivania. In questo caso la libreria funge anche da supporto per il piano scrivania. È sicuramente la soluzione più semplice e più funzionale per i bambini perché possono facilmente raggiungere i ripiani. Le mensole sopra lo scrittorio sono invece più adatte ad una camera per ragazzi.

Scrivania doppia postazione cameretta

Scrivania doppia

Quando la cameretta deve essere condivisa da due fratelli è importante progettare con attenzione anche la scrivania. Come abbiamo visto prima, una soluzione potrebbe essere quella di utilizzare un piano scrittoio ad angolo, ma se lo spazio non lo consente possiamo valutare altre alternative. Se vogliamo posizionare una scrivania a muro possiamo realizzarla diritta e dividerla ad esempio con l’uso di una cassettiera su ruote. In questo modo il piano rimane libero e la delimitazione degli spazi dipende solo dalla cassettiera. In questo caso la dimensione minima della scrivania deve essere di almeno 2 metri per permettere loro di lavorare con un certo agio. Un’altra soluzione sta nel posizionare un tavolo in centro stanza da utilizzare come scrivania. In questo modo i due ragazzi possono studiare uno per lato e avere lo spazio necessario. Se non ci è possibile avere un tavolo con una profondità di un metro possiamo acquistarlo di profondità inferiore e le due postazioni possono essere realizzate sfasate. Anche in questo caso possiamo aggiungere delle comode cassettiere a lato di ogni postazione.

 

Scrittoi bambini salvaspazio

Quando la cameretta è piccola bisogna correre ai ripari e trovare il modo per realizzare delle scrivanie salvaspazio. Una soluzione semplice è quella di realizzare una scrivania estraibile. In questo modo quando non è in uso il piano scrivania può essere ridotto ed estratto solo all’utilizzo. È senza dubbio una soluzione ideale quando si deve arredare una cameretta stretta. Un’altra soluzione salvaspazio è rappresentata dalla soluzione a soppalco. Per far condividere due funzioni in un’unica parete la soluzione è quella di sopraelevare il letto e posizionare al di sotto la scrivania. In questo modo si occupa lo stesso spazio che occuperebbe il letto, ma si ricava il posto per dormire e quello per studiare.

Parete attrezzata con scrivania per cameretta

Per concludere questa lunga carrellata sulle scrivanie ci concentriamo sulla parete attrezzata con scrivania. Si tratta di una soluzione davvero funzionale perché permette di racchiudere in un’unica parete diverse funzionalità. Naturalmente è necessario avere una parete libera da adibire a questo uso. Le soluzioni sono davvero innumerevoli perché possiamo decidere di racchiudere la scrivania all’interno di una libreria a ponte, lasciando quindi tutti i ripiani a giorno. Possiamo altrimenti alternare vani aperti e vani chiusi per dare movimento alla composizione. Un’altra soluzione è invece quella di racchiudere la parete attrezzata con scrivania tra due armadi. In questo caso una sola parete viene sfruttata per due utilizzi e le soluzioni per realizzare delle postazioni davvero funzionali sono innumerevoli. Oltre a giocare sulle profondità si può giocare sulla scelta di vani aperti e vani chiusi, nonché su differenti altezze e naturalmente sui colori. La scelta dei colori è sempre da valutare con cura per non rischiare di scegliere delle finiture che con il tempo possono stancare. Ad esempio per la camera di una bambina al posto di scegliere il rosa confetto preferiamo altri colori, come il giallo, l’arancio o il verde che possono restare attuali nel tempo. Inoltre noi consigliamo di scegliere colori tenui ed osare con qualche particolare acceso se si desidera dare un tocco di brio alla stanzetta. La scelta di un piano scrivania o delle mensole colorate potrebbe essere un’ottima soluzione.

Se siete arrivati alla fine della lettura di questo lungo articolo vi faccio i miei complimenti e se vi è per caso rimasto qualche dubbio su come progettare al meglio la scrivania per la cameretta non esitate a contattarmi.


Scritto da:

Elena Kids bedroom specialist

Elena – Kids Bedroom Specialist

 

 

Share
Tags: