40 anni scandola

Ci sono artigiani che sanno trasformare una macchia gialla in un sole

“Ci sono artigiani che sanno trasformare una macchia gialla in un sole”

Questa frase, semplice e al tempo stesso ricca di significato, è stata quella che i dipendenti tutti del mobilificio Scandola hanno dedicato al fondatore Carlo Scandola e alla moglie Francesca nella bella giornata passata insieme per festeggiare i quarant’anni di attività dell’azienda. Senza fuochi d’artificio e grandi clamori, così come si confà allo stile naturale, genuino e ricco di valori che dagli uomini dell’azienda è disceso e si è infuso nelle maestranze e poi ancora in tutta la produzione, si sono ripercorsi i momenti più significativi di questi anni d’attività.

Carlo Scandola con il suo inconfondibile stile d’uomo vero e lavoratore instancabile ha ricordato quando fu posata la prima pietra di quello che oggi è un mobilificio di ben 53 addetti: anche le più rosee aspettative sono state, a suo dire, superate brillantemente!

Dai classici mobili stile alpino (quelli, per intenderci, con i fiorellini disegnati a mano sulle ante degli armadi) si è passati negli ultimi quindici anni a quelli più moderni con anta a telaio, per arrivare alle ultime collezioni, con l’anta liscia, dogata, verniciata. E questo senza abbandonare mai l’abete, unica essenza utilizzata nel mobilificio, tenendo sempre alta la bandiera dell’eco-sostenibilità che, ancor prima del trend dilagante, ha fatto scegliere sempre prodotti di trattamento – come le vernici all’acqua – rispettosi della nostra salute e dell’ambiente. Con lo spirito di chi, umilmente, ritiene che si possa sempre fare meglio, la giornata si è conclusa con l’augurio di mantenere sempre fede a quei valori che contraddistinguono l’azienda e che la fanno brillare per la sua originalità e la bontà della sua offerta.

festeggiamenti

Share
Tags:
,