Cucina angolare: tradizione e stile

Cucina ad angolo

La cucina angolare è la conformazione maggiormente presente nelle case degli italiani. Permette di sfruttare due pareti contigue e di ottimizzare lo spazio. Spesso è una scelta obbligata a causa della posizione degli attacchi e degli scarichi, ma altre volte può essere una vera e propria scelta stilistica. Ideale sia per ambienti piccoli che per open space, l’importante è saper giocare in modo corretto su colori e pensili per donare la giusta proporzione. Vediamo quindi assieme come realizzare una cucina angolare.

Cucina ad angolo: quando sceglierla

Come abbiamo visto poco fa, la cucina ad angolo può essere scelta sia in ambienti grandi che in spazi ristretti. Quando la cucina è di piccole dimensioni è bene scegliere colori chiari per illuminare l’ambiente. I pensili è meglio che siano pochi e giocare piuttosto su mobiletti a giorno o mensole. In questo modo si crea un ambiente leggero e divertente. Si può giocare anche su diverse altezze per dare ancora più movimento alla composizione.

La soluzione cucina angolare è utilizzata spesso anche nei grandi open space. Occupare un angolo dell’ambiente con un’ampia composizione angolare permette di ricavare un angolo pranzo con tavolo e sedie. Se l’ambiente lo permette possiamo anche pensare ad una cucina ad angolo con penisola, dove posizionare un bancone o il piano cottura.

Come disporre la cucina ad angolo

Come disporre la cucina ad angoloL’ideale nella disposizione di una cucina è di seguire la regola del triangolo. In sostanza i tre elementi fondamentali in cucina, piano cottura, lavello e frigorifero, devono essere disposti in modo da formare un triangolo equilatero. In questo modo cucinare risulta davvero comodo e pratico. Questa è la regola ideale, ma poi naturalmente tutto dipende da come sono disposti gli scarichi e gli attacchi. Spesso infatti per posizionare in modo corretto la cucina bisogna partire dalla posizione dell’acqua e del gas o delle prese elettriche se decidiamo di acquistare un piano cottura ad induzione. Possiamo trovarci quindi ad avere sia il piano cottura che il lavello sullo stesso lato, oppure distribuiti sui due lati della composizione. È in ogni caso fondamentale che tra il piano cottura e il lavello vi sia del piano da lavoro libero, per permetterci di preparare le pietanze. 

Base ad angolo: come sfruttare lo spazio

Sfruttare l'angolo della cucinaEsistono differenti tipi di angolo per la cucina. La soluzione più facile è quella di posizionare una base a 45° rispetto quelle adiacenti. In questo modo si perde un po’ dello spazio presente nell’angolo. Alcune aziende realizzano una base a pentagono che va a riempire anche questi spazi laterali in modo da sfruttare tutto lo spazio a disposizione. Questo tipo di angolo è di solito utilizzato nelle cucine classiche.

Nelle cucine moderne e contemporanee l’angolo viene invece sfruttato da basi che seguono la forma della parete. Per sfruttare al meglio questo spazio vengono inseriti dei meccanismi con cestelli estraibili che permettono di sfruttare tutta la profondità della base. Sono sicuramente comodi anche se bisogna stare attenti a non caricarli troppo di peso. Ci sono poi delle basi ad angolo con le due antine che si aprono frontalmente e consentono di accedere al vano interiore senza problemi. Per approfondire l’argomento puoi leggere il nostro articolo su come sfruttare l’angolo della cucina.

Le colonne ad angolo

Colonne ad angoloUn’altra soluzione per sfruttare l’angolo sta nel posizionare una colonna dispensa nell’angolo. Si tratta di una conformazione insolita, ma permette di sfruttare tutto l’angolo grazie a comodi cestelli girevoli. In questo modo la dispensa risulterà sempre in ordine. Se cercate consigli su come tenere in ordine la dispensa potete leggere il nostro articolo. Naturalmente se scegliete questa soluzione non dovrete posizionare né il piano cottura né il lavello troppo a ridosso dell’angolo, altrimenti risulterà difficile utilizzarli.

Lavello ad angolo

Nelle cucine classiche viene spesso posizionato il lavello nell’angolo. Si tratta di una soluzione adottata principalmente per conferire alla cucina un aspetto diverso dal solito, ma noi ci sentiamo di sconsigliarlo. Non ci sono infatti molti modelli di lavello ad angolo e quindi la scelta non è ampia e non è nemmeno comodo da utilizzare. Ci sono modelli con le due vasche laterali ed altre con le vasche in linea e il gocciolatoio accanto.

Piano cottura ad angolo

Un’altra soluzione è quella di posizionare il piano cottura ad angolo. È una soluzione molto gettonata nelle cucine classiche perché permette di posizionare anche una grande cappa che sovrasta la zona cottura. Anche in questo caso però non esiste una vasta scelta q bisogna quindi accontentarsi di quello che offrono i produttori. 

La cucina ad angolo è quini una soluzione molto utilizzata e presenta i lati positivi e lati negativi.


Scritto da:

Esperto di cucine

Daniele – Kitchen Specialist

 

 

Share
Tags: