Altezza piano cucina: come scegliere quella giusta

Quando si progetta una cucina ci si sofferma molto tempo ad analizzare lo stile e la composizione migliore, ma spesso si sottovaluta di analizzare l’altezza piani cucina. Non è per niente un aspetto da lasciare in secondo piano, perché la cucina è l’ambiente di lavoro più utilizzato di tutta la casa e un’altezza sbagliata della cucina ci costringerebbe ad assumere posizioni sbagliate che a lungo andare possono avere conseguenze anche gravi.

Infatti, un piano di lavoro cucina troppo basso ci costringerebbe ad incurvare la schiena, mentre un piano troppo alto ci costringere ad alzarci con frequenza sulle punte per vedere a che punto è la preparazione delle pietanze.

Qual è allora l’altezza piani cucina ideale? Scopriamolo assieme.

Quale altezza piano cucina scegliere

Altezza mobili cucina: le basi

Partiamo dal presupposto che l’altezza totale del piano cucina è dato dalla somma di tre componenti, che possono avere altezze differenti:

  1. Zoccolo
  2. Mobile base o scocca
  3. Piano cucina

La somma di questi tre elementi può variare in modo anche piuttosto ampio. Ma andiamo con ordine e iniziamo ad analizzare il primo elemento di questa triade: la base cucina.

Le misure cucina standard sono principalmente due. Le basi più diffuse hanno un’altezza di 72 cm, ma soprattutto nelle proposte di cucine moderne, stanno prendendo piede le basi con altezza 78 cm.

Ci sono poi proposte di cucine particolari con le basi sospese, quindi che non poggiano a terra con dei piedini. In questo caso le basi possono avere anche un’altezza inferiore, ad esempio di 60 cm, perché poi vanno fissate all’altezza che si preferisce.

Altezza basi cucina

Altezza zoccolo cucina

Alteza zoccolo cucina

Il secondo elemento che andiamo ad analizzare è lo zoccolo. Lo zoccolo può avere differenti altezze: 6 cm, 8 cm, 10 cm, 12 cm, 15 cm.

Di norma nelle cucine con basi altezza 72 cm viene scelto lo zoccolo di 12 cm, mentre nelle cucine con scocca altezza 78 cm si predilige uno zoccolo più basso, di 6 cm. In questo modo il design diventa minimale e lo zoccolo quasi non si vede dando l’idea che la cucina fluttui nello spazio.

Le altezze di mezzo vengono di norma utilizzate quando si sceglie una cucina con gola. La gola ha infatti, a seconda delle aziende produttrici, un’altezza di 3 cm e si compensa questa dimensione andando a scegliere uno zoccolo leggermente più basso.

Da non sottovalutare ovviamente anche la profondità dei piani cucina. La profondità standard è di 60 cm, ma se la stanza lo consente è sempre meglio scegliere una cucina più profonda. Infatti molte aziende propongono ora la profondità base di 65 cm perché permette di sfruttare meglio lo spazio a disposizione e di migliorare l’esperienza in cucina.

Altezza piano cucina

I top cucina sono disponibili in tantissimi materiali differenti. Abbiamo scritto un articolo di approfondimento per guidarti nella scelta del piano migliore, lo trovi qui:

A seconda del materiale scelto sono disponibili differenti spessori. In linea generale si parte da 1,2 cm dei piani realizzati in materiali ultra tecnologici, fino a soluzioni che arrivano fino ai 9 cm. In mezzo ci sono le altezze top maggiormente utilizzate, quindi i 3 cm o i 4 cm.

Quale altezza top cucina scegliere?

Altezza ideale basi cucina

Ora che abbiamo analizzato tutti i componenti che contribuiscono a determinare l’altezza piani cucina possiamo rispondere alla prima domanda che ci siamo posti. Qual è l’altezza del piano cucina ideale per me?

Tutto dipende dall’altezza di chi utilizza la cucina. È facile intuire che una persona di statura alta dovrà scegliere una cucina più alta di una persona bassa. Di seguito quindi le indicazioni a seconda dell’altezza:

  • statura tra i 150 cm e i 164 cm altezza ideale piano cucina tra gli 82 e gli 88 cm;
  • statura tra i 165 cm e i 179 cm altezza piano cucina tra gli 89 cm e i 95 cm;
  • statura oltre i 180 cm altezza ideale piano di lavoro tra i 96 e i 102 cm.

Se prendiamo per esempio una persona alta 170 cm l’altezza ideale della cucina si aggira attorno ai 90 cm, ad esempio si può scegliere una base alta 72 cm, uno zoccolo da 12 cm, la gola di 3 cm e il piano lavoro di 4 cm per un totale di 91 cm, l’altezza piano cucina ideale.

Se invece la stessa persona ama uno stile minimale, può scegliere le basi da 78 cm con uno zoccolo di 6 cm, la gola di 3 cm e il piano di 3 cm, arrivando ad un’altezza di 90 cm.

Come si può vedere da questi due esempi le possibilità di combinazione sono pressoché infinite. È però davvero importante non sottovalutare la giusta scelta dell’altezza della cucina perché da essa dipendono altri importanti aspetti di progettazione. Ad esempio l’altezza a cui attaccare i pensili, piuttosto che la posizione delle prese e del foro per la cappa. Tutti aspetti fondamentali per la corretta progettazione della cucina.


ARTICOLI CORRELATI:


SCRITTO DA:

 

 
Share
Tags: